Deve essere un gene. Mi riferisco alla continua voglia di viaggiare.

Ci sono persone che non hanno questa necessità. Sono felici e tranquilli senza avere il bisogno di uscire di casa o dalla loro città, ed è del tutto lecito.

E poi ci siamo noi, io e te, quelle che non riescono a stare ferme.

In realtà, gli esperti ritengono che questo desiderio di voler esplorare il mondo e di conoscere nuovi posti sia colpa di un gene.

Il nome corretto del gene è DRD4-7R ed è presente solo nel 20% della popolazione.

Sembra che le persone che ce l’hanno sono propense ad accettare rischi, a esplorare nuove cose e sono in continuo cambiamento e movimento.

Addirittura sembra che vivano più a lungo.

Tutto ciò non mi sorprende.

Se anche tu vuoi sapere se hai questo gene e sei nata per viaggiare, continua a leggere.

1.Ti sono sempre piaciute le mappe

In casa ho sempre avuto delle mappe e cartine.

Da quando mi hanno regalato la scratch map, non smetto di guardarla e di pensare a tutti quei posti che devo ancora visitare. E’ più forte di me.

La mia cartina è lì, appesa alla parete, con ancora pochi paesi segnati.

La guardo e sebbene i miei occhi rimangono aperti, con la mente inizio a sognare e a viaggiare in terre lontane, percorrendo ogni Paese di quella cartina quasi immacolata.

Ricordo quando ho iniziato a viaggiare con i miei genitori ed il bisogno di conservare le cartine e le mappe delle città percorse come una specie di collezione.

Non si sa mai che un giorno debba ritornare nella stessa città!

Poi, un anno fa ho aperto il mio blog di viaggi in spagnolo Viajera Risueña e ho sentito il bisogno di indicare su GoogleMaps tutti i posti in cui ero stata.

Ancora oggi, sento questa necessità di marcare i luoghi visitati e vissuti.

E’ come collezionare cartoline, ma in questo caso colleziono esperienze.

voglia di viaggiare

2. Sei un umano curioso

L’immigrazione, l’esplorazione e l’apertura di nuove frontiere hanno cambiato per sempre l’essenza del genere umano.

Come sarebbe ora il mondo se Cristoforo Colombo non avesse iniziato il suo viaggio che l’ha portato nell’attuale America?

Se anche tu hai questa continua necessità di vedere nuovi posti, facce, piatti, paesaggi, animali e ovviamente vuoi vivere nuove esperienze, allora, senza dubbio, nel tuo corpo hai il gene del viaggiatore.

Quando vivo diversi anni nello stesso posto, inizio a pensare a nuove destinazioni e a nuove città. Negli ultimi 7 anni ho cambiato paese 4 volte ed ora che sono a Madrid già da 3 anni, sento la necessità di muovermi di nuovo, lentamente.

Non c’è ancora una cura per questo. La cosa migliore è seguire l’istinto e continuare a viaggiare.

3. Ti piace il cibo tipico, locale

Fin da quando ero piccola, mia madre mi diceva che per sapere “se un piatto ti piace, lo devi provare”.

E chi mi conosce sa che mangio di tutto…e tanto!

Ogni volta che vado in un nuovo paese sono elettrizzata dal fatto di voler provare piatti nuovi e tipici di quel posto.

Inoltre, vivendo all’estero da anni, ho addirittura cambiato il mio modo di mangiare.

Oramai mi piace fare una colazione salata, con formaggio, pane e prosciutto.

Quando sono stata negli States, non perdevo occasione per mangiare delle uova strapazzate e salsiccia al mattino.

In Thailandia mi sono abbuffata di Pad-Thai, in Francia di ostriche. Mamma mia quanto erano buone!

Qualunque piatto sia, il cibo è un’altra forma per conoscere la cultura di ogni paese.

voglia di viaggiare

4. Hai problemi nel giustificare il tuo budget per poter viaggiare

Quando la gente mi dice che viaggiare è caro, o che i soldi che ho speso durante un viaggio potrebbero essermi stati utili per aver comprato una casa, una macchina o un vestito, mi rendo conto che io e queste persone siamo su due mondi paralleli perché le nostre priorità sono diverse.

Le persone che decidono di rimanere a casa potrebbero non capire le tue scelte per cui non badare troppo a quello che ti dicono. Non devono influenzare le tue decisione di vita.

Queste persone non capiscono semplicemente che un viaggio è un’investimento che sarà recuperata con conoscenze, esperienze, creatività, lingue, contatti…quindi quello che spendi viaggiando è del tutto legittimo.

I beni materiali si consumano, si rompono, si cambiano, si buttano via. Le persone che sono nate per viaggiare sanno che non hanno bisogno di cose materiali per essere felici.

Si sentono libere, realizzate avendo meno cose e cercando più esperienze.

5. Ti piace conoscere persone nuove e parlare nuove lingue

Molte persone ne sono spaventate ma tu no. Mi riferisco alla voglia di entrare in contatto con nuove persone e provare a comunicare con i gesti o con le lingue straniere che conosci.

Parlare una lingua straniera ti permette di avvicinarti di più alla cultura di un popolo ed è una delle esperienze più ricche che ci sia.

E’ la migliore forma per abbattere pregiudizi, aprire la mente e renderti conto che, in fondo, le barriere sono solo mentali..

Non siamo poi così diversi!

voglia di viaggiare

6. Diventi euforica al pensare al prossimo viaggio

Ti piace pensare, pianificare e iniziare a programmare il prossimo viaggio?

Dalla ricerca di un alloggio con AirBnb, ai video en Youtube, ad una foto di Google… tutto forma parte di un processo in cui la tua mente viaggia già a quel giorno in cui partirai.

A me piace immaginarmi in un posto prima ancora di andarci. E poi, quando sono arrivata, mi sento come se ci fossi già stata prima.

Credo che sia il potere della visualizzazione, e la verità è che quando visualizzi un posto, alla fine è come avere un déjà vu.

Una strana sensazione quella di vivere un viaggio due volte!

7. Sei la migliore nel fare la valigia in 5 minuti

Ti viene da sorridere quando senti che ci sono persone che hanno bisogno di un mese per preparare la valigia per partire per una settimana di vacanza.

E tu la fai il giorno prima della partenza, senza pensarci troppo.

Alla fine ti stai convertendo al minimalismo… Chi l’avrebbe detto!

Più viaggi e più ti rendi conto che i beni materiali sono solo oggetti, materiali, e che i viaggi sono molto di più.

Viaggiando e cambiando spesso paese, ho scoperto i benefici di vivere con meno cose.

Ho imparato a mettere in valigia solo l’indispensabile, e a volte neanche quello.

Se mi dimentico qualcosa, posso sempre comprare quello di cui ho bisogno una volta arrivata a destinazione.

A parte i soldi ed il passaporto, tutto il resto è “aquistabile”.

Per cui, quando decidi di partire, l’unica domanda che ti fai è: quando si parte?

voglia di viaggiare

8. Ti piace guardare il meteo

Ti piace prendere il cellulare, configurare le ore di tutti i posti in cui passerai e valutare le previsioni del tempo.

“Oggi c’è sole a Madrid mentre ad Alonte piove. Meglio per l’erba del giardino dei miei genitori”, penso.

Scommetto che anche a te piace sbirciare il meteo nelle città in cui sei stata o dove andrai.

9. Non hai paura di quello che potrebbe succederti

Quando ti trovi in un paese lontano da casa tua, sei consapevole che potrebbe succedere qualsiasi cosa.

Può capitarti un incidente, di ammalarti e perfino di morire.

Strano…tutto questo questo può succedere anche nella tua città, vero?

Non sono una esperta di medicina ma credo che l’adrenalina che si genera durante un viaggio ci renda immune a molte cose.

Sarà l’ormone della felicità?

voglia di viaggiare

10. Non ne hai mai abbastanza

Questo gene del viaggiatore ti segna per tutta la vita.

A volte ti senti inquieta, a volte un po’ pazza.

Non sai il perché ma il tua mente ti dice che hai bisogno di viaggiare.

Conoscere nuove persone, collezionare esperienze.

Il tuoi discorsi inizieranno con “Quando ero in Messico… o quando vivevo in Germania…”

Non dimenticarti. Tu rappresenti l’umano curioso o il viaggiatore incurabile che si è innamorato della libertà per poter viaggiare sempre di più.

Benvenuta nel Club. 

Non soffocare questa tua voglia di viaggiare e scarica l’ebook “35 modi per guadagnare mentre viaggi. Ti aiuterà a mantenere vivo questo gene!

Per intraprendere il sogno di vivere viaggiando, ho creato Libertà per Viaggiare, un progetto attraverso il quale voglio mostrarti come guadagnare con un blog da qualsiasi parte del mondo.